Scadenzario

2019 Marzo 2020
Oggi
2021
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
1
2
3
4
1 Scadenza gara
6 Apertura buste
5
2 Apertura buste
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Scadenze Marzo 2020
04/03/2020 12:00

Scadenza gara:
Servizio di gestione degli atti relativi alle violazioni alle norme del Codice della Strada, accertate a carico dei veicoli e/o trasgressori e/o obbligati in solido aventi residenza o sede in Italia e dei veicoli e/o trasgressori e/o obbligati in solido aventi residenza o sede all’estero, ai Regolamenti Comunali e delle altre norme di competenza della Polizia Locale, nonché, la fornitura di prodotti tipografici connessi alle attività di Polizia Locale.

L’appalto ha per oggetto il servizio di gestione delle attività e dei relativi sviluppi procedurali rientranti nel processo sanzionatorio amministrativo conseguente alle violazioni del codice della strada (di seguito anche solo c.d.s.) per veicoli con targa italiana ed estera e trasgressori ovvero obbligati in solido aventi residenza o sede in italia e/o all’estero, e dei regolamenti comunali, delle leggi di competenza della polizia locale, compresi la fornitura gratuita del relativo software gestionale, dei servizi di formazione, di manutenzione, di pubblicazione, di assistenza, del servizio di call center, di front-office, nonché, la fornitura di prodotti tipografici, apparati informatici per la rilevazione dei verbali non contestati ossia dei preavvisi di contestazione (palmare e stampante portatile da affibbiare al cinturone) e, comunque, di quant’altro previsto nel capitolato tecnico.
il servizio si articolerà, per sommi capi e, comunque, come meglio specificato nel capitolato tecnico, nelle seguenti fasi principali:
  • data- entry mediante l’utilizzo del gestionale messo a disposizione dal fornitore;
  • acquisizione dei dati;
  • elaborazione dei dati;
  • produzione dei supporti cartacei;
  • predisposizione per la spedizione dei verbali;
  • emissione solleciti pre-ingiunzione (c.d. lettere pre-ruolo).
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
04/03/2020 12:46

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
05/03/2020 09:00

Apertura buste: “Appalto di servizi di manutenzione integrale di n. 32 impianti ascensore/homelift e n. 5 servoscala installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo.
 

L’appalto ha ad oggetto il servizio di manutenzione integrale da attuare su n. 32 impianti ascensore destinati al trasporto di persone (cat. “a” di cui al d.p.r. 29/5/63 n.1497) e n.5 servoscala, installati presso alcuni edifici già sede di uffici comunali e di interesse collettivo riportati nell'allegato “elaborato 1 – relazione tecnica e quadro economico”, per la durata di 3 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del relativo verbale di consegna con la stazione appaltante.
            il servizio di assistenza e manutenzione impianti elevatori concerne:
  • l'allestimento a cura a e spese dell'impresa, ove non già esistente, di un centro operativo ubicato nella città di lecce (o nelle sue vicinanze) tale da consentire, al personale tecnico della ditta, di raggiungere in breve tempo gli impianti elevatori che necessitano di eventuali interventi d’urgenza;
  • l’esecuzione delle attività finalizzate a garantire le necessarie condizioni di sicurezza degli impianti e delle persone che ne fruiscono, nonché il corretto funzionamento dell’impianto stesso durante tutto il periodo di durata del contratto di manutenzione;
  • la manutenzione degli impianti elevatori, con visite ed ispezioni periodiche, eseguite ad intervalli regolari (mensili), o anche a seguito di motivata richiesta della stazione appaltante;
  • la visita di verifica periodica semestrale ai sensi di quanto previsto dal 3° comma dell'art. 15 del d.p.r. n° 162/99 e ss.mm.ii.;
  • la manutenzione degli impianti elettrici (della cabina, del locale macchine, del vano corsa, dei punti di chiamata ai piani e relativi collegamenti), della componentistica elettrica elettronica, meccanica, idraulica etc.;
  • l'assistenza alla visita periodica o straordinaria dell'ente preposto al controllo dell'impianto (stimate nel numero massimo di 2 visite nel corso dell'appalto triennale);
  • l'istruzione alla manovra di emergenza di una o due persone, individuate dal committente tra il personale in servizio presso ciascun immobile interessato dal servizio;
  • la riparazione e/o sostituzione di tutti i componenti dell'impianto in avaria, di quelli soggetti ad usura nel normale esercizio o soggetti a sostituzione periodica per disposizione di legge (con esclusione dei tubi ad alta pressione presenti negli impianti oleodinamici);
  • la pulizia delle fosse presenti nei vani-corsa degli elevatori, agli intervalli temporali stabiliti dalla normativa di riferimento, o a semplice richiesta della stazione appaltante, fino ad un massimo di tre pulizie annuali per impianto ulteriori al numero stabilito per legge;
  • il servizio di pronto intervento avvalendosi, per la gestione degli allarmi e delle emergenze, del centro operativo presidiato sopraindicato ;
  • l'adeguamento dei sistemi di comunicazione bidirezionale attualmente installati alla propria tecnologia (compresa la riprogrammazione delle eprom dei combinatori telefonici), con unica condizione di lasciare inalterata la modalità di trasmissione del segnale (telefonia fissa / rete gsm), fatta salva diversa autorizzazione della s.a.. compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli apparati elettrici e/o elettronici;
  • la predisposizione, anche mediante professionisti di fiducia dell'appaltatore e su specifica richiesta della stazione appaltante, della documentazione relativa ai soli impianti ascensore oggetto del presente appalto che si rendesse necessaria per il rilascio di eventuali autorizzazioni richieste dalle vigenti norme (ispesl, vv.f., arpa, ecc.).
  • la conservazione in perfetta efficienza di tutte le parti dell’impianto comprendenti gli organi di trazione, di movimento ed elettrici degli ascensori occorrenti per il perfetto funzionamento del complesso, in modo che l’impianto stesso sia sempre in condizioni di funzionare sotto il medesimo carico consentito dalle caratteristiche di costruzione e nei limiti di sicurezza previsti dal dpr n. 1497/1963 e successive modificazioni;
  • l’eliminazione di ogni irregolarità e guasto con sostituzione, se necessaria, di ogni e qualsiasi organo sia di parte elettrica e/o elettronica che di parte meccanica e/o idraulica, interessante il funzionamento degli elevatori anche se non espressamente indicato, ed in particolare dei motori, delle funi, delle guide, degli argani, dei pistoni, dei quadri di comando e controllo, della cabina (comprese anche le porte di cabina e di piano, bottoniere interne ed esterne, pattini guida cabina, contrappesi, freni, paracadute, apparecchi di sicurezza elettronici e meccanici, tanto a canne che a rullo, lampadine elettriche, dispositivo antiblack-out, inverter, tappetini, ecc.), degli apparecchi di caduta a forza centrifuga, delle pedane, del profilo dei cancelli o delle parti di accesso al vano, che non diano garanzia di regolarità e di sicurezza del lavoro;
  • la registrazione e sostituzione dei nastri di acciaio, dei carboni di motori e di ribobbinamento dei motori andati in corto e surriscaldati senza alcuna esclusione di parti o limitazioni di quantità.
  • la registrazione delle funi per mantenere il prescritto fattore di sicurezza e verifica dello stato di usura delle stesse e delle gole della puleggia di frizione come previsto dagli articoli 37, 38, 39 del dpr n. 1497 del 1963 con eventuale sostituzione, se necessario;
  • la fornitura di oli, grassi e stracci;
  • la sostituzione e/o integrazione, negli impianti a funzionamento oleodinamico, dell'olio per il sollevamento dell'impianto secondo le cadenze prescritte dalla vigente normativa (sono escluse le sole tubazioni ad alta pressione);
  • la pulizia semestrale dell’interno delle cabine, nei limiti del possibile, da scritte e macchie di vario genere.
  • la tenuta di un registro nel quale debbano essere riportati i lavori di cui ai precedenti punti, i guasti e le interruzioni, con le indicazioni delle rispettive cause, i controlli semestrali o annuali, eseguiti dall’addetto ed ogni altra osservazione, rilievo o notizia interessante lo stato di manutenzione e di efficienza degli impianti.
il predetto servizio di assistenza e manutenzione integrale degli impianti elevatori dovrà essere espletato secondo le modalità dettagliatamente indicate nel capitolato speciale d’appalto e negli altri atti progettuali.
 
05/03/2020 09:30

Apertura buste:
Servizio di gestione degli atti relativi alle violazioni alle norme del Codice della Strada, accertate a carico dei veicoli e/o trasgressori e/o obbligati in solido aventi residenza o sede in Italia e dei veicoli e/o trasgressori e/o obbligati in solido aventi residenza o sede all’estero, ai Regolamenti Comunali e delle altre norme di competenza della Polizia Locale, nonché, la fornitura di prodotti tipografici connessi alle attività di Polizia Locale.

L’appalto ha per oggetto il servizio di gestione delle attività e dei relativi sviluppi procedurali rientranti nel processo sanzionatorio amministrativo conseguente alle violazioni del codice della strada (di seguito anche solo c.d.s.) per veicoli con targa italiana ed estera e trasgressori ovvero obbligati in solido aventi residenza o sede in italia e/o all’estero, e dei regolamenti comunali, delle leggi di competenza della polizia locale, compresi la fornitura gratuita del relativo software gestionale, dei servizi di formazione, di manutenzione, di pubblicazione, di assistenza, del servizio di call center, di front-office, nonché, la fornitura di prodotti tipografici, apparati informatici per la rilevazione dei verbali non contestati ossia dei preavvisi di contestazione (palmare e stampante portatile da affibbiare al cinturone) e, comunque, di quant’altro previsto nel capitolato tecnico.
il servizio si articolerà, per sommi capi e, comunque, come meglio specificato nel capitolato tecnico, nelle seguenti fasi principali:
  • data- entry mediante l’utilizzo del gestionale messo a disposizione dal fornitore;
  • acquisizione dei dati;
  • elaborazione dei dati;
  • produzione dei supporti cartacei;
  • predisposizione per la spedizione dei verbali;
  • emissione solleciti pre-ingiunzione (c.d. lettere pre-ruolo).
TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune di Lecce

Via F. Rubichi, 16 Lecce (LE)
Tel. 0832/682229 - 2230 - Email: urp@comune.lecce.it - PEC: ufficio.gare@pec.comune.lecce.it