Gara - ID 56

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura Aperta per l’Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale
CIG83920792AC
CUP
Totale appalto€ 1.265.000,00
Data pubblicazione 30/10/2020 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 04 Dicembre 2020 - 12:00
Scadenza presentazione offerteMercoledi - 09 Dicembre 2020 - 12:00 Apertura delle offerteGiovedi - 10 Dicembre 2020 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 9067 - Servizi di disinfezione e disinfestazione di aree urbane o rurali
DescrizioneL’appalto consiste nell’affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione da effettuarsi in tutte le aree comunali, negli edifici pubblici e nelle marine della Città di Lecce;  obiettivo che, l’Amministrazione Comunale si propone di perseguire al fine di assicurare il raggiungimento di condizioni igienico-sanitarie sicure ed ottimali, riducendo il rischio di trasmissione di malattie infettive da vettori all'uomo.
I servizi da fornire e le modalità di espletamento delle prestazioni sono dettate dal Capitolato e nei relativi allegati.

 
Struttura proponente COMUNE DI LECCE
Responsabile del servizio DOTT. FRANCESCO MAGNOLO Responsabile del procedimento PALADINI GIUSEPPE
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m bando-disinfestazione-ott2020-fir.doc - 326.13 kB
30/10/2020
File pdf attestazione-di-avvenuta-pubblicazione-del-bando - 64.03 kB
30/10/2020
File doc allegato-a - 83.00 kB
30/10/2020
File doc allegato-a.bis - 47.50 kB
30/10/2020
File pdf modello-dgue-29 - 172.37 kB
30/10/2020
File p7m all-5-duvri-21-07-2020.pdf - 717.01 kB
30/10/2020
File p7m allegato-contabile-digitale.pdf - 99.63 kB
30/10/2020
File p7m capitolato-tecnico-25settembre2020.pdf - 0.99 MB
30/10/2020
File p7m allegato-tecnico-29-07-20.pdf - 565.52 kB
30/10/2020
File p7m costi-della-sicurezza.pdf - 200.86 kB
30/10/2020
File p7m elenco-immobili-comunali.pdf - 868.99 kB
30/10/2020
File p7m relazione-tecnica.pdf - 9.33 MB
30/10/2020
File p7m quadro-economico-28-07-20.pdf - 952.34 kB
30/10/2020
File p7m tav.1.pdf - 4.26 MB
30/10/2020
File p7m tav.2.pdf - 3.27 MB
30/10/2020
File p7m tav.3.pdf - 4.16 MB
30/10/2020
File p7m tav.4.pdf - 3.30 MB
30/10/2020
File p7m tav.5.pdf - 1.14 MB
30/10/2020
File pdf contratto - 491.70 kB
30/10/2020
File pdf verbale-di-gara-n-1-esame-documenti-del-15-12-2020 - 1.30 MB
14/01/2021
File pdf gara-disinfestazione-09.02.21 - 350.01 kB
02/02/2021
File pdf avviso-di-rinvio-seduta-08022021 - 168.81 kB
08/02/2021
File pdf avviso-seduta-pubblica-1222021 - 173.08 kB
12/02/2021
File pdf livia-giotta-cv-professionale - 162.68 kB
18/02/2021
File pdf pacoda-daniela-cv - 7.85 MB
18/02/2021
File pdf ippolito-fabio-cv - 368.78 kB
18/02/2021
File zip -determina-nomina-commissione-di-gara-esecutiva - 385.75 kB
05/03/2021

Avvisi di gara

12/02/2021Avviso seduta pubblica di gara-Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale – CIG: 83920792AC
  Con riferimento alla procedura di cui all’oggetto, si comunica che è fissata seduta pubblica per il giorno 16 Febbraio 2021, alle ore 09:30, nel corso della quale si provvederà a valutare, nell’esercizio del potere di autotutela, la posizione de...
08/02/2021AVVISO DI RINVIO SEDUTA PUBBLICA DI GARA-Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale – CIG: 83920792AC
Con riferimento alla procedura di gara di cui all’oggetto, si comunica che la seduta pubblica di gara fissata per il giorno 09 FEBBRAIO 2021 alle ore 09:00 è rinviata a data da destinarsi....
02/02/2021Avviso nuova seduta pubblica di gara-Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale – CIG: 83920792AC
Si comunica che è fissata seduta pubblica per il giorno 09 Febbraio 2021, alle ore 09:00, nel corso della quale si provvederà a valutare, nell’esercizio del potere di autotutela, la posizione della Società DELCO DISINFESTAZIONI S.R.L., già ammessa a...
11/12/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa della procedura Aperta: Procedura Aperta per l’Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale
Si comunica che l'apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa per la procedura in oggetto avverra in data Martedi - 15 Dicembre 2020 - 09:30...
10/12/2020Rinvio data seduta pubblica - Affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale - CIG: 83920792AC
Con riferimento alla procedura di gara di che trattasi, la seduta  di gara fissata per il giorno 10.12.2020 alle ore 09:30 è rinviata, per impegni istituzionali, al giorno 15.12.2020 alle ore 09:30  presso l’Ufficio Gare....

Chiarimenti

  1. 05/11/2020 11:19 - In caso di RTI sono obbligatori il dgue e le dichiarazioni anche da parte delle ditte mandanti?

    Si, assolutamente, oltre a quanto previsto per i raggruppamenti nel bando di gara in versione integrale.
    09/11/2020 11:56
  2. 03/11/2020 12:40 - Con riferimento ai requisiti di carattere professionale richiesti al punto C) - paragrafo b) - del bando di gara per l’appalto di che trattasi si chiede il Direttore Tecnico dell’azienda, che svolge l’incarico in maniera continuativa con contratto di prestazione professionale come risultante dall’attestazione SOA, in possesso del titolo di studio richiesto possa essere equiparato al tecnico dipendente di cui viene chiesto il LUL con eventuale allegazione dello stesso contratto.

     


    Si.
    16/11/2020 10:35
  3. 09/11/2020 19:25 - in merito ai requisiti di capacità tecnica e professionale (rif. art.1.3 a pag. 10 del Disciplinare di gara)

    visto che al punto a) “Espletamento di servizi analoghi (Servizi di Disinfestazione e Disinfezione e Derattizzazione) per committenti pubblici o privati” è richiesto che la somma dei singoli importi funzionali al raggiungimento del requisito speciale, debba essere riferita al triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara,

    si richiede se anche per i seguenti requisiti tecnico professionali richiesti:

    b) Possesso delle autorizzazioni sanitarie relative al trasporto e allo smaltimento di rifiuti di origine animale (carcasse di animali) di Cat. 1, come da regolamento CEE n. 1069/2009;
    c) Numero di addetti di personale dipendente da adibire ai servizi:
        - n. 4 operatori disinfestatori inquadrati al 2° livello;
        - n. 1 tecnico in possesso del titolo di studio indicato;
    d) Possesso dei seguenti titoli professionali da parte della struttura tecnico – operativa:
       - specifica formazione in materia di PEST MANAGEMENT di almeno 40 ore da un organismo di certificazione accreditato ai sensi delle norme ISO 29990, conseguita nell’ultimo triennio;
    e) Possesso certificazione UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015, UNI EN ISO 18001:2007 relativa a disinfezione, disinfestazione e derattizzazione;

    sia obbligatorio che l’operatore economico partecipante alla procedura abbia conseguito il possesso degli stessi alla data di pubblicazione del bando di gara.


     


    I requisiti di che trattasi sono tutti requisiti di partecipazione, ditalchè i medesimi devono già essere posseduti alla data di partecipazione alla gara. 
    16/11/2020 10:42
  4. 16/11/2020 09:58 - Due chiarimenti :
    1. il sopralluogo è previsto?
    2. se l’azienda nella visura camerale nello specchietto Abilitazioni è iscritta come ditta di impresa di pulizia (dm. n.274/1997 art.3) volume d’affari fino a € 4.131.655,00 può partecipare?

     


    1. Il sopralluogonon è previsto
    2. Si. 
    16/11/2020 10:50
  5. 09/11/2020 16:33 - In relazione all’appalto per l’affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale di Lecce, si pongono i seguenti quesiti:
    1 - La scrivente impresa possiede l'iscrizione alla CCIAA ai sensi del DM 274/1997 per una fascia di classificazione sino ad € 361.520,00 (fascia C). E' possibile ricorrere all'istituto dell'avvalimento esclusivamente per integrare la fascia di classificazione dalla C alla E?
    2 – E’ possibile ricorrere all’avvalimento per integrare il fatturato specifico previsto dal bando di gara al p.to 1.2 (Requisito di capacità economica e finanziaria)?
    3 - E’ possibile ricorrere all’avvalimento per integrare l’espletamento dei servizi analoghi previsto dal bando di gara al p.to 1.3 (Requisito di capacità tecnica e professionale)?

     


    1. Trattasi di un requisito soggettivo inerente l’idoneità professionale e come tale non suscettibile di avvalimento, come chiarito peraltro sia dall’ANAC (vedi delibera n. 1235/2017) che da ultimo dal Consiglio di Stato (vedi sentenza, sez. V n. 7037 del 16.11.2020).
    2 e 3.  A norma dell’art. 89 comma 1 del D.lgs. n. 50/16 L'operatore economico, singolo o in raggruppamento di cui all'articolo 45, per un determinato appalto, può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e professionale di cui all'articolo 83, comma 1, lettere b) e c).
    La stazione appaltante, come espressamente previsto nel bando di gara, si atterrà a quanto previsto dall’art. 89 citato.
     
    18/11/2020 11:16
  6. 11/11/2020 16:13 - La scrivente impresa possiede l’iscrizione alla CCIAA ai sensi del D.M. 274/1997, per una fascia di classificazione sino ad Euro 361.520 (fascia c), nonché tutti gli altri requisiti previsti dal bando di gara.
    E’ possibile ricorrere all’istituto dell’avvalimento esclusivamente per il raggiungimento della fascia di classificazione richiesta dal bando e, conseguentemente, per il raggiungimento del fatturato specifico indicato? Per consolidata giurisprudenza, l’ambito applicativo dell’istituto dell’avvalimento è limitato ai requisiti oggetti di ordine speciale, economico-finanziari e tecnico-organizzativi. Nella fattispecie in esame, pertanto,vale evidenziare che si possiede l’iscrizione all’Ente camerale per la specifica attività, e che è solo tale iscrizione a caratterizzarsi come di natura “soggettiva” con conseguente impossibilità di sostituzione mediante avvalimento, mentre la determinazione della fascia di classificazione prende in considerazione unicamente il volume d’affari, e quindi attiene a requisiti oggettivi speciali. Si chiede, pertanto, tenuto conto di quanto sopra esposto, se sia ammissibile il ricorso all’avvalimento relativamente ai sopra detti requisiti attinenti alla fascia di classificazione e al fatturato specifico in servizi analoghi richiesti dalla procedura di gara.
     


    No, non è possibile, come già specificato in altro riscontro ad altro quesito e come chiarito di recente dal Consiglio di Stato con sentenza, sez. V, n.7037 del 16.11.2020
    18/11/2020 11:35
  7. 16/11/2020 12:13 - SI CHIEDE SE,  QUALE ULTIMO TRIENNIO A CUI FARE RIFERIMENTO PER IL POSSESSO DEL REQUISITO DI CUI AL PUNTO 1.3 LETTERA A) DEL BANDO, DEBBANO CONSIDERARSI:
    - ULTIMI TRE ESERCIZI FINANZIARI DISPONIBILI CON BILANCI DEPOSITATI(QUINDI 2017-2018 E 2019);
    oppure
    - ULTIMI TRE ANNI SOLARI ANTECEDENTI LA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO DI GARA (QUINDI DAL 30/10/2017 AL 30/10/2020)
     


    Come previsto nel bando di gara, il requisito di capacità economico finanziaria fa richiamo agli esercizi finanziari e specifica fiscalmente chiusi; il requisito di capacità tecnica ed organizzativa (requisito di cui al punto 1.3 lettera a) del bando di gara, attiene all’ Espletamento di servizi analoghi nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara.
    18/11/2020 11:46
  8. 16/11/2020 13:54 - In riferimento al punto C) lettera b) del bando di gara si chiede se la laurea in scienze naturali vecchio ordinamento è da considerarsi laurea equipollente a quelle previste dal suddetto bando.

     


    Per quanto riguarda i titoli di studio, si deve far riferimento alle tabelle di equiparazione del MIUR.
    25/11/2020 12:49
  9. 24/11/2020 09:54 - In ferimento al Bando di gara Pag. 11 punto 1.3 REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA PROFESSIONALE, lettera C) lettera b), vorremmo sapere se il tecnico in possesso del titolo di studio richiesto può essere un professionista esterno.
     


    Si certamente.
    25/11/2020 13:20
  10. 23/11/2020 11:56 - Il bando di gara prevede per l’offerta tecnico qualitativa che la stessa sia composta da diversi punti che descrivano gli elementi tecnico-qualitativi richiesti. 
    A partire da pag. 16 del bando vengono indicate le pagine massime che dovranno trattare ciascun punto (ad es. punto A.1.1 Relazione tecnico descrittiva inerente la prosta progettuale migliroativa relativa al subcriterio A.1.1 composta da totale massimo 4 tra cartelle e fogli formato A4… per la valutazione del Criterio A.2 (...) Relazionte tecnico descrittiva (...) composta da totale massimo 8 tra cartelle e fogli formato A4, per la valutazione del Criterio A.3 (...) Relazione tecnico descrittiva (...) composta da un totale di massimo 12 tra cartelle e fogli formato A4 …..) mentre il capitolato tecnico a pagina 36 secondo capoverso cita: “Tale relazione non dovrà superare le n. 8 facciate complessive (allegati esclusi), dimensione massima del carattere utilizzato: 10”
    A questo punto si chiede di quante cartelle o fogli in formato A4 dovrà essere composto il progetto tecnico?
     


    Ai fini della partecipazione le norme del bando prevalgono su quelle di Capitolato.
    Per la presentazione dell’offerta occorre rispettare prescrittivamente le previsioni del bando di gara.
    25/11/2020 13:24
  11. 24/11/2020 13:00 - NEL CSA DEL 25/09/2020 ALLEGATO, è RICHIESTA L’OFFERTA TECNICA SECONDI I SEGUENTI CRITERI …. “Tale relazione non dovrà superare le n. 8 facciate complessive (allegati esclusi), dimensione massima del carattere utilizzato: 10.”
    NEL BANDO INVECE, A PAG. 16, PER OGNI CRITERIO DI VALUTAZIONE E’ INDICATO IL NUMERO DI FOGLI E CARTELLE DA RISPETTARE.

    CON LA PRESENTE SI RICHIEDE DI CHIARIRE:
    1. QUALE SIANO LE MODALITA’  ESATTE PER LA REDAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA CON SPECIFICO RIFERIMENTO A N. DI PAGINE E FORMATO; 
    2. DI CHIARIRE AL MEGLIO LA DIFFERENZA TRA FOGLI E CARTELLE. 

     


    1. Ai fini della partecipazione le norme del bando prevalgono su quelle di Capitolato.
    Per la presentazione dell’offerta occorre rispettare prescrittivamente le previsioni del bando di gara.

    2. Il bando specificatamente prevede: Per cartelle delle relazioni descrittive si intendono pagine formate A4 composte da una sola facciata, eventualmente contenenti schemi o diagrammi; per fogli in formato standard si intendono elaborati in formato non inferiore ad A4 e non superiore ad A3 con rappresentazioni in scala o fuori scala elaborate con qualunque tecnica grafica (disegni, schizzi, rendering, fotografie, eccetera).

     
    25/11/2020 13:42
  12. 19/11/2020 13:58 - 1. In riferimento ai requisiti di capacità tecnico-professionale di cui al punto 1.3 lett c) punto b) (rif. pg.11) nel quale si richiede n.1 tecnico in possesso dei titoli distudio indicati in tabella, siamo a richiedervi se la laurea in Scienze Agrarie LM- 69 non sia stata inserita per mero refuso. In quanto il DM 274/97 recante le indicazioni per la nomina del Direttore tecnico prevede il possesso del suddetto titolo ai fini abilitativi.

    2. In riferimento al possesso delle Certificazioni ISO 27000 e ISO 2000 da parte del fornitori dei servizi software, essendo la scrivente proprietaria di un software gestionale corrispondente a quanto richiesto ed essendo in possesso di un sistema di protezione dei dati come previsto dal GDPR, si richiede se tale circostanza sia considerata come accolta ai fini dell’attribuzione del relativo punteggio.

    3. In riferimento alle maestranze da impiegare per l’esecuzione del servizio, cioè n. 4 unità di 2°livello si fa presente che, come da declaratoria prevista per l’attribuzione del livello di inquadramento, all’interno della stessa non si fa riferimento in alcun modo ad operatori impiegati nei servizi di disinfestazione e derattizzazione come invece è previsto per gli operatori di 3°livello. 
    Inoltre, la stazione appaltante ha richiesto la partecipazione ad un corso di formazione in materia di Pest Management di almeno 40 ore circostanza che disattenderebbe la declaratoria sumenzionata in quanto gli operatori di 2° livello “dovrebbero” essere in possesso di semplici nozioni basilari. Alla luce di quanto esposto, si richiedono spiegazioni in merito.





     


    1) I titoli di studio previsti sono quelli di cui alla tabella b) del punto C) dei Requisiti di capacità tecnica e professionale (1.3) del Bando. In ogni caso, per quanto riguarda i criteri di equiparazione tra titoli, si faccia riferimento a quanto previsto dal MIUR.
    2) Per quanto attiene la questione delle Certificazioni ISO27000 e ISO2000, si faccia riferimento ai criteri di valutazione già determinati ed alla pertinenza delle soluzioni proposte.
    3)La formazione in questione è prevista per i componenti della struttura tecnico-organizzativa, come riportato nel punto D) dei Requisiti di capacità tecnica e professionale (1.3) del Bando.
     
    26/11/2020 11:49
  13. 16/11/2020 10:50 -
    Per quanto concerne il tecnico dipendente in possesso del titolo di studio indicato, si chiede se la laurea in “Biotecnologie industriali” equivale ad un titolo valido.
    Si chiede inoltre di specificare il livello 2° degli operatori dsiinfestatori, a quale CNL si riferisce.
     


    Occorre specificare la codifica precisa del corso di laurea per poter dare una risposta precisa. In ogni caso si faccia riferimento alla risposta fornita per il quesito n. 15.
    Per quanto riguarda il contratto nazionale da applicare, si rimanda al quesito 15.
     
    26/11/2020 11:52
  14. 23/11/2020 10:21 - Con riferimento al punto del bando 1.1. REQUISITI DI IDONEITA’ PROFESSIONALE ed in particolare al capo B) Abilitazione ai sensi del D.M. 7 luglio 1997, n. 274 con appartenenza almeno alla fascia di classificazione “e”, si chiede se in caso di ATI, fermo restando il possesso del requisito di iscrizione in capo a tutte le Imprese associate, il raggiungimento della fascia di classificazione possa avvenire attraverso il cumulo delle fasce attribuite a ciascuna delle stesse imprese associate.
     


     E’ possibile raggiungere la fascia di classificazione richiesta attraverso il cumulo delle fasce attribuite a ciascuna delle stesse imprese partecipanti al raggruppamento.
     
    27/11/2020 13:12
  15. 25/11/2020 17:20 - In merito al punto 1.1 lett. B si fa un chiaro riferimento alla Categoria C1 per lo smaltimento delle carcasse animali affermando che “Possesso delle autorizzazioni sanitarie relative al trasporto e allo smaltimento di rifiuti di origine animale (carcasse di animali) di Cat. 1, come da regolamento CEE n. 1069/2009.  (Requisito relativo al servizio di derattizzazione)”, tale requisito può essere soddisfatto mediante una Azienda esterna – avendo già un contratto si smaltimento in essere – o tale requisite deve essere in possesso alla ditta partecipante?

    Trattasi di un aspetto del servizio di derattizzazione subappaltabile, la cui subappaltabilità va dichiarata in sede di gara. Il servizio va eseguito da soggetto in possesso delle richieste autorizzazioni. 
    27/11/2020 13:22
  16. 16/11/2020 13:03 - Con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale punto b) si chiede, come requisito relativo al servizio di derattizzazione, il possesso delle autorizzazioni sanitarie relative al trasporto e allo smaltimento di rifiuti di origine animale (carcasse di animali) di Cat. 1, come da regolamento CEE n. 1069/2009, facendo rilevare che il possesso delle richieste autorizzazioni non rientra fra quelli necessari all’ottenimento della qualificazione per il servizio di derattizzazione di cui al DM 274/79, si chiede se lo stesso possa essere soddisfatto con avvalimento o con la sottoscrizione di apposito contratto con Ditta in possesso delle stesse autorizzazione per lo specifico servizio o con indicazione della volontà di subappaltare il servizio specifico.
     


    Trattasi di un aspetto del servizio di derattizzazione subappaltabile, la cui subappaltabilità va dichiarata in sede di gara. Il servizio va eseguito da soggetto in possesso delle richieste autorizzazioni. 
    01/12/2020 10:41
  17. 19/11/2020 11:17 - 1. In riferimento al requisito di Idoneità professionale di cui al punto B) del disciplinare è da considerare ammissibile la partecipazione in RTI dove la mandataria è in possesso di una fascia di classificazione pari alla lett. H e la mandante  pari alla lett. D?  
    2. In riferimento al requisito di Capacità tecnica professionale di cui al punto B) del disciplinare, la scrivente chiede se può essere ottemperato mediante iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientale Cat. 2 Bis  CER 18.01.03*, in quanto il rifiuto in questione (carcassa di roditore avvelenato) è classificabile  anche come rifiuto pericoloso “che devono essere raccolti e smaltiti applicando precauzioni particolari per evitare infezioni”;
    3. In riferimento al requisito di Capacità tecnica professionale di cui al punto C) del disciplinare,  si chiede se al fine di ottemperare  può essere proposta una figura professionale avente laurea in Tecnologie Alimentari e in caso affermativo se tale figura può essere un consulente esterno, avente un rapporto continuativo e costante nel tempo. 

     


    1. E’ possibile raggiungere la fascia di classificazione richiesta attraverso il cumulo delle fasce attribuite a ciascuna delle stesse imprese partecipanti al raggruppamento.

    2. Trattasi di un aspetto del servizio di derattizzazione subappaltabile, la cui subappaltabilità va dichiarata in sede di gara. Il servizio va eseguito da soggetto in possesso delle richieste autorizzazioni .
    3. Per quanto riguarda i titoli di studio, si deve fare riferimento alle tabelle di equiparazione del MIUR. Il professionista può essere un consulente esterno.
     
    01/12/2020 13:26
  18. 23/11/2020 09:07 -
    1. Il “bando di gara”, l’ “allegato Tecnico” ed il “Capitolato di Gara”  prevedono l’impiego di operai inquadrati al 2° livello del contratto FISE per un costo ora di €. 15,97 -.
    Quesito:
    Atteso che:
    • il CCNL di riferimento è “imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi” firmato anche da FISE
    • i profili dei livelli professionali, per l’attività de quo, sono così distinti:
    • 4° livello : 1.3. Addetti a disinfezione, disinfestazione e derattizzazione, diserbo chimico, ecc. cui è anche demandata la preparazione dei composti sulla base delle indicazioni ricevute.
    • 3° livello : 1.5. Addetti alle operazioni ausiliarie alla disinfestazione, derattizzazione e disinfezione
    • 2° livello : operai comuni (per tutt’altre attività, assolutamente non comprese quelle di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione, neanche in mansioni al disotto di quelle ausiliarie)
    • La Tabella del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale pubblicata su Gazzetta Ufficiale relativa al costo medio orario, a livello nazionale, del personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia, disinfestazione, servizi integrati/multiservizi prevede quale costo medio ora distinto per livello:
    • 4° livello :  €. 17,12
    • 3° livello : €. 16,27
    2° livello : €. 15,53

    Come mai la Vs. gara in ogni documento, riporta un livello di inquadramento degli operai di molto inferiore a quello che le imprese sono obbligate ad applicare?

    Siamo certi che trattasi di puro errore, comunque una quantificazione errata del livello di inquadramento inficia lo sviluppo dei calcoli dell’ allegato tecnico - progetto di derattizzazione, disinfezione e disinfestazione del territorio comunale di lecce, e quindi anche la base d’asta ed il costo della Manodopera dichiarato, infatti  :
                 ore 6000 x 17,12 €/ora     =  €. 102.720
    ore 1320 x 22,77 €/ora     =  €.   30.056
    ore 2080 x 17,12 €/ora     =  €.   35.609
    Totale                                   €. 168.386
    E non €. 157.073,60 annue come da Voi calcolato, quindi €. 11.313 annue che moltiplicate per n. 4 anni di appalto sono €. 45.252 in meno calcolate
    1. Il “Bando di Gara”  alle pagg. 15/16/17 riporta MODALITA’ DI REDAZIONE DELL’OFFERTA E DOCUMENTAZIONE DA ESIBIRE - BUSTA n. 2 – OFFERTA TECNICA: OFFERTA TECNICA QUALITATIVA:
    A ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO (MAX PUNTI DISCREZIONALI 36)
    contenente la seguente documentazione:
    per la valutazione di: Criterio A.1 Qualità della struttura organizzativa del personale (subcriteri A.1.1: Adeguatezza della struttura organizzativa);
    1. A.1.1 Relazione Tecnico – descrittiva, ……………………… composta da totale massimo di 4 (quattro) tra cartelle e fogli in formato A4 o standard di elaborati grafici;

    per la valutazione di: Criterio A.2 Qualità del piano di lavoro e delle apparecchiature utilizzate (subcriteri A.2.1 Caratteristiche dei macchinari; A.2.2 Minimizzazione dell’interferenza; A.2.3 Disponibilità interventi giorni non lavorativi; A.2.4 Disponibilità modifica orario di esecuzione);
    1. A.2. Relazione Tecnico – descrittiva, …………………. composta complessivamente da totale massimo di 8 (otto) tra cartelle e fogli in formato A4 o standard di elaborati grafici,
    2. Schede tecniche (eventuali);

    per la valutazione di: Criterio A.3 Qualità dei servizi migliorativi (subcriteri A.3.1 Efficienza dei sistemi di segnalazione; A.3.2 Qualità dei servizi aggiuntivi marine; A.3.3 Proposta di servizi innovativi);
    1. A.3. Relazione Tecnico – descrittiva, ……………………. composta complessivamente da totale massimo di 12 (dodici) tra cartelle e fogli in formato A4 o standard di elaborati grafici;
    2. Schede tecniche (eventuali);

    B SISTEMI DI AUTOVERIFICA (MAX PUNTI DISCREZIONALI 8)
    contenente la seguente documentazione:
    per la valutazione di: Criterio B.2 Efficacia del sistema di autoverifica delle modalità di esecuzione del servizio (controllo di processo) (subcriterio B.2.1).
    1. B.2. Relazione Tecnico – descrittiva, debitamente firmata digitalmente, pena la mancata valutazione, dal concorrente, inerente la proposta progettuale migliorativa distinta per subcriterio e relativa al subcriterio B.2.1; composta complessivamente da totale massimo di 12 (dodici) tra cartelle e fogli in formato A4 o standard di elaborati grafici
    2. Schede tecniche (eventuali).
    C PIANO GESTIONALE DEL SERVIZIO FINALIZZATO A RIDURRE GLI IMPATTI AMBIENTALI AI SENSI DEL D.M. 24 MAGGIO 2012 (MAX PUNTI DISCREZIONALI 8)
    contenente la seguente documentazione:
    per la valutazione di: Criterio C.1 Efficacia del piano gestionale del servizio finalizzato a ridurre l’impatto ambientale. (subcriterio C.1.1).
    1. C.1 Relazione Tecnico – descrittiva, debitamente firmata digitalmente, pena la mancata valutazione, dal concorrente, inerente la proposta progettuale migliorativa distinta per subcriterio e relativa al subcriterio C.1.1 (Efficacia di ulteriori soluzioni proposte per la riduzione dell’impatto ambientale nelle aree protette e boscate) composta complessivamente da totale massimo di 12 (dodici) tra cartelle e fogli in formato A4 o standard di elaborati grafici;
    2. Schede tecniche (eventuali).

    Quesiti:
    1. Le cartelle e fogli in formato A4 possono essere scritte su entrambi le facciate oppure solo su una?
    2. Vi è un tipo di carattere ed una dimensione da rispettare?
    3. Quale dimensione si intende per formato standard di elaborati grafici? A4 oppure A3 oppure altri?
    4. Per quanto attiene alle Schede Tecniche da allegare vi è un limite?
    Avete notato che manca la quantità di fogli o cartelle relative ai sub criteri B.1.1  - B.1.2 – B.2.2 -C.1.2 ? quanti fogli o cartelle devono essere impiegate per descrivere detti sub-criteri?

     


    1. Nell’indicizzazione riportata nel quesito non risulta condivisibile il calcolo eseguito, in quanto detiene quale unico presupposto, che ogni lavorazione debba essere svolta esclusivamente da operatori 4° livello.

    2.  I sub criteri B.1.1 B.1.2 – B.2.2 e C.1.2 attengono a criteri quantitativi o tabellare non qualitativi e come tali non attngono a descrizione di  processo o servizio. Occorre seguire pedissequamente le prescrizioni e modalità del bando di gara: ciò anche in riferimento a schede e cartelle.  Per quanto riguarda le schede tecniche non è stato indicato un numero di allegati. 
    02/12/2020 09:05
  19. 27/11/2020 15:06 -  In riferimento alle maestranze da impiegare per l’esecuzione del servizio, cioè n. 4 unità di 2°livello si fa presente che, come da declaratoria prevista per l’attribuzione del livello di inquadramento, all’interno della stessa non si fa riferimento in alcun modo ad operatori impiegati nei servizi di disinfestazione e derattizzazione come invece è previsto per gli operatori di 3°livello. 
    si chiede di conoscere quale è il CCNL da  applicare. 
     


    Il CCNL è relativo ai servizi di Igiene Urbana.
    02/12/2020 09:07
  20. 19/11/2020 12:36 - 1. Con riferimento all’Allegato Tecnico, Pag. 3, “COSTO MATERIALI E PRODOTTI”, vorremmo sapere a quali trappole si fa riferimento al punto: - N° 60 Trappole per topi per monitoraggio al prezzo di € 10 Cad.

    2. Con riferimento all’Allegato Bando di Graa, Pag. 11 Punto 1.3 REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA PROFESSIONALE, Lettera D) Possesso dei seguenti titoli professionali da parte della struttura Tecnico – operativa, vorremo sapere riguardo alla formazione in materia di PEST MANAGEMENT di almeno 40 ore conseguite nell’ultimo rientro, se la stessa si riferisce a singolo operatore.


     


    1. Riguardo ai prezzi relativi alle trappole, per monitoraggio, si evidenzia che gli stessi derivano da una stima valutata anche in funzione del numero delle trappole esistenti, come descritto in relazione.
    2. Titoli e attività formativa deve intendersi riferita al singolo operatore.
     
    02/12/2020 18:00
  21. 27/11/2020 19:28 - In riferimento al criterio B.1.1 riportato a pag. 7 nel disciplinare di gara, ossia:

    “Funzionalità ed efficacia del sistema di controllo per verificare il rispetto degli standard di qualità richiesti dal capitolato e della relativa rendicontazione.  (Note: verrà valutato l'utilizzo di piattaforme per il monitoraggio e controllo di servizi svolti nell’ambito dell’igiene urbana, in rapporto al numero di abitanti serviti)”

    si riscontra che verrà attribuito all’impresa un punteggio di tipo quantitativo sulla base di un dato numerico, ossia indicando il numero di abitanti serviti (dato storico) da una piattaforma usata nell’ambito dell’igiene urbana.

    A tal proposito si evidenzia come venga richiesto l’utilizzo di un software nell’ambito dell’igiene urbana, senza considerare che ad oggi sono presenti sul mercato software di pest control, predisposta e in linea con i servizi richiesti da capitolato (monitoraggio, disinfestazione, disinfezione, derattizzazione, Allontamento volatili), oltre ad essere in regola con gli standard ISO 16636, 27000 e 20000.

    Tali piattaforme di gestione si classificano con un parametro differente rispetto al numero di abitanti serviti (dato storico), ossia in base al dato storico riferito alle coordinate gestite dei punti di rilevamento.
    Pertanto, si richiedono i seguenti quesiti:
    1. in virtù del principio di tutela della concorrenza, è possibile proporre per l’intera commessa oggetto dell’appalto, anche l’uso di piattaforma di gestione di servizi dedicati al monitoraggio e controllo di servizi svolti nell’ambito della disinfestazione e derattizzazione?
    2. in caso di risposta affermativa, è possibile inserire come dato quantitativo il numero storico registrato riferito alle coordinate gestite?


    Si tiene a precisare che la piattaforma pensata in fase di redazione del progetto, aveva le caratteristiche descritte nel capitolo della relazione relativo a “Descrizione del sistema base di monitoraggio e controllo dei servizi svolti”.  Nell’indagine eseguita e dall’analisi dei software presenti sul mercato è emerso che non esistevano prodotti specifici aventi caratteristiche pari a quelle previste e pensate per il progetto di che trattasi. Si è peraltro verificato che, le uniche piattaforme, molto prossime a quanto pensato, risultavano essere quelle utilizzate per il monitoraggio dei servizi di igiene urbana. Ad ogni buon conto, fatti salvi i presupposti su richiamati si ritiene di confermare i criteri fissati alla Lettera B – Sistemi di autoverifica e si precisa che, ove dovessero esistere ulteriori software o piattaforme di “pest Control”, come definite dallo stesso O.E., aventi pari caratteristiche funzionali descritte in relazione, in ordine alla valutazione quantitativa, la stessa dovrà essere ugualmente riferita al numero di abitanti serviti come previsto nei medesimi criteri.
    02/12/2020 18:07
  22. 27/11/2020 19:29 - In riferimento al criterio B.2.2 riportato a pagina 7 del disciplinare di gara, circa il possesso da parte dei fornitori di servizi software delle certificazioni ISO 27000 e ISO 20000, si fa presente che tali certificazioni si riferiscono soltanto alla conservazione di tutte le informazioni presenti in piattaforma, ossia agli standard di gestione della sicurezza informatica per le informazioni finanziarie, la proprietà intellettuale ed i dati dei dipendenti, di clienti o di terzi, e alla gestione dei servizi IT;

    pertanto si chiede se il punteggio di tale criterio sarà attribuito ugualmente in caso l’impresa presenti un software accreditato dal Ministero dell’Interno, i cui server sono custoditi su piattaforme esterna cloud certificata ai sensi ISO 27000 e 20000, in quanto responsabile della conservazione dei dati per la stessa fornitrice del software.
     


    Si rimanda al contenuto del criterio B.2.2., nel quale si dispone che il possesso delle certificazioni debba essere in capo al fornitore dei servizi software.
    02/12/2020 18:08
  23. 26/11/2020 17:39 - Nell’allegato tecnico, si contabillizzano i costi dei prodotti
        COSTO MATERIALI E PRODOTTI
    - N° 60 trappole per topi per monitoraggio x 10 € / Cad; 600,00 €
    - N° litri prodotto per il trattamento disinfestazione 650 lt x 4,5 €/lt 2.925,00 €
    non ci risulta che i materiali sopra elencati corrispondono ai prezzi di mercato. 
    Infatti per quanto concerne le trappole per topi è evidente dalla foto indicata nel Vs capitolato tecnico che trattasi del prodotto Ekomille che ha un prezzo di listino pari a Ekomille 697,00 + Ekobox € 202,00 per un totale di € 899,00. cadauno
    Anche per quanto concerne i prodotti per la disinfestazione,non ci risulta che esistono disinfestanti al costo di € 4,50.
    Vi preghiamo di chiarire se ci sono errori nel computo metrico.

     


    Riguardo alla foto richiamata, si ritiene precisare che la stessa è puramente indicativa, contestualizzata nell’ambito di una trattazione generale delle alternative disponibili, e pertanto assolutamente non vincolante. Riguardo ai prezzi relativi alle trappole, per monitoraggio, si evidenzia che gli stessi derivano da una stima valutata anche in funzione del numero delle trappole esistenti, come descritto in relazione. Pertanto tenuto conto di quanto evidenziato si ritiene l'importo relativo, congruo.
    02/12/2020 18:35
  24. 30/11/2020 13:04 - In relazione all’appalto per l’affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale di Lecce, si pone il seguente quesito:
    Con riferimento all’Allegato Tecnico, Pag. 3, “COSTO MATERIALI E PRODOTTI”, vorremmo sapere a quali trappole si fa riferimento al punto: - N° 60 Trappole per topi per monitoraggio al prezzo di € 10 Cad.
    In quanto ci risulta che il costo di mercato per le trappole elettromeccaniche richieste sia non congruo rispetto a quello da voi indicato.


    Riguardo alla tipologia di trappole si precisa che nella relazione sono state riportate alcune tipologie di trappole, nel contesto di una trattazione generale delle alternative disponibili, e pertanto assolutamente non vincolante.
    Riguardo ai prezzi relativi alle trappole, per monitoraggio, si evidenzia che gli stessi derivano da una stima valutata anche in funzione del numero delle trappole esistenti, come descritto in relazione. Pertanto tenuto conto di quanto evidenziato si ritiene l'importo relativo, congruo.
    02/12/2020 19:01
  25. 30/11/2020 15:42 -
    1. La lettera D del Bando di gara prevede:
    "D) Possesso dei seguenti titoli professionali da parte della struttura tecnico – operativa:
    I componenti della struttura tecnico-operativa dell’operatore economico, di cui al precedente punto lett. a) e b), dovranno possedere specifica formazione in materia di PEST MANAGEMENT di almeno 40 ore, conseguita nell’ultimo triennio.
    La comprova del requisito è fornita mediante un certificato rilasciato da un organismo di certificazione accreditato ai sensi delle norme ISO 29990."
    Considerato che non è l’organismo di certificazione accreditato (Ente di certificazione) a rilasciare i certificati e ad erogare la formazione (l’organismo certifica che certifica i sistemi non fa scuola di formazione), si chiede se quanto previsto nel bando si tratta di un refuso o meno.
    1. Sempre con riferimento alla lettera d), si richiede se la formazione in materia di PEST MANAGEMENT dovrà essere conseguita entro la data di scadenza della seguente procedura o meno.


    1. E’inteso che è il formatore che deve essere certificato.
    2. Il requisito relativo alla formazione in materia di pest management deve essere posseduto alla data di presentazione dell’istanza
    03/12/2020 14:38
  26. 26/11/2020 11:30 - Premesso che il bando in questione per la procedura aperta per l’affidamento del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione immobili di proprietà o di pertinenza comunale e del territorio comunale prevede al punto 1.3 “requisiti di capacità tecnica e professionale” la disponibilità di n. 1 tecnico in possesso di titoli di studio indicati in tabella; premesso che in detta tabella non sono ricompresi titoli di studio più idonei e conformi al servizio da appaltare; premesso che la risposta al ns. precedente chiarimento non è esaustiva ed è lesiva sia nei confronti della libera concorrenza che nei confronti dell’interesse del Comune di Lecce.

    Tutto quanto premesso non si comprende per quale motivo tra i titoli di studio specifici per l’appalto in questione non vengano ricompresi titoli come:
    • Scienze naturali e titoli equipollenti
    • Scienze agrarie e titoli equipollenti
    • Chimica e Ingegneria Chimica e titoli equipollenti
    Tutti titoli specifici che al loro interno hanno un percorso di studio comprendente materie come l’entomologia, la chimica, la biologia, ecc. necessarie alla razionale esecuzione del servizio appaltato.
    L’atipicità della questione è ulteriormente aggravata dal fatto che tra i titoli richiesti ce ne sono alcuni, come ad esempio scienze forestali, poco attinenti al servizio richiesto e sicuramente meno specifici a quelli sopra indicati.

    E’ evidente che questa struttura di bando non solo riduce enormemente la platea delle imprese partecipanti alla gara, a discapito della libera concorrenza, ma soprattutto diventa sconveniente per il Comune di Lecce e per la sua popolazione, sia dal punto di vista economico che tecnico; inoltre eludere una corretta applicazione delle norme.

    In conclusione, chiediamo la possibilità che nel requisito di cui al punto 1.3 vengano ricompresi anche i titoli di studio di cui sopra.


     


    Premesso che il panorama dei percorsi di studio accademico è estremamente variegato e complesso, si ritiene che la figura richiesta debba avere delle competenze aggiuntive rispetto ai requisiti minimi richiesti dal DM 274/97, in modo da apportare dei valori aggiunti, richiesti da questa S.A., ai processi aziendali relativi all’appalto. Pertanto, questa SA ha previsto nella tabella b) del punto C) i Requisiti di capacità tecnica e professionale (1.3) del Bando. In ogni caso, per quanto riguarda i criteri di equiparazione tra titoli, si faccia riferimento a quanto previsto dal MIUR.
    04/12/2020 14:05
  27. 26/11/2020 12:06 - Buongiorno,
    chiediamo cortesemente di ricevere risposta al quesito PROT. N.739539 DEL 19/11/2020, in quanto risulta per noi fondamentale ai fini della corretta valutazione Tecnico-Economica della Gara in oggetto.
    Grazie.


    Il quesito è stato riscontrato
    04/12/2020 14:06
  28. 03/12/2020 18:45 - 1. A partire da pag. 16 del disciplinare di gara, è indicato il numero di pagine consentite per ogni criterio relativo all’offerta tecnica qualitativa;
    non vengono definite le istruzioni in merito al conteggio nel numero di pagine per copertina e indice dell’elaborato;

    si richiede quindi se sia consentito inserire copertina e indice per ogni criterio inerente l’elaborato tecnico, e se le stesse possano ritenersi escluse dal conteggio sul numero complessivo di pagine già stabilito.

    2 In riferimento al criterio B.2.2 riportato a pagina 7 del disciplinare di gara, circa il possesso da parte dei fornitori di servizi software della certificazione ISO 27000,

    il nostro fornitore del software in oggetto risulta in possesso della ISO 27001 e non della ISO 27000

    si precisa che l’ISO 27001 appartiene alla stessa area tematica della ISO 27000, inerente quindi il possesso del medesimo Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni richiesto per la ISO 27000, ma con specifico riferimento alle organizzazioni private;

    si richiede quindi se il possesso della ISO 27001 soddisfi ugualmente il requisito richiesto dal bando.
     


    1. Indice e copertina non fanno parte del conteggio.
    2. Si
    04/12/2020 14:08
  29. 03/12/2020 12:34 - Faccio riferimento ai  QUESITI   n° 20 – 23 e 24   
    “Allegato Tecnico, Pag. 3, “COSTO MATERIALI E PRODOTTI”, vorremmo sapere a quali trappole si fa riferimento al punto: - N° 60 Trappole per topi per monitoraggio al prezzo di € 10 Cad. “   
     per i quali  le  vostre RISPOSTE non chiariscono  gli  stessi.
    Nella Relazione Tecnica   l’ Arch.Giuseppe Lucarelli  nella pagina n° 10 mostra solo 2 foto di EROGATORI  mentre nella pagina successiva  N° 11 mostra  1 sola foto di un EKO MILLE  trappola utilizzata dal precedente  GESTORE indicando l’apparecchiatura ELETTROMECCANICA quale quella da lui inserita in foto, anche perchè in commercio esistono altri modelli di  TRAPPOLE ELETTROMECCANICHE ma con prezzi decisamente diversi  da quelli da Voi indicati nei costi.
    Inoltre non si è MAI visto che un prezzo di TRAPPOLE  dipenda dal numero di trappole esistenti, anche perchè nel Territorio Comunale di Lecce non vi sono TRAPPOLE INSTALLATE.
    Ci aspettiamo di ricevere una chiara risposta perche’ quella fornita non è esaustiva e chiarificatoria.


    Si rimanda a quanto già risposto nel quesito pubblicato con n.23, che di seguito si riporta:
    “Riguardo alla tipologia di trappole si precisa che nella relazione sono state riportate alcune tipologie di trappole, nel contesto di una trattazione generale delle alternative disponibili, e pertanto assolutamente non vincolante.
    Riguardo ai prezzi relativi alle trappole, per monitoraggio, si evidenzia che gli stessi derivano da una stima valutata anche in funzione del numero delle trappole esistenti, come descritto in relazione. Pertanto tenuto conto di quanto evidenziato si ritiene l'importo relativo, congruo.”
    04/12/2020 14:10

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune di Lecce

Via F. Rubichi, 16 Lecce (LE)
Tel. 0832/682229 - 2230 - Email: urp@comune.lecce.it - PEC: ufficio.gare@pec.comune.lecce.it